Menu

Nomina del Consiglio di Amministrazione

20/03/2016 - 13:00

- + Text size
Stampa

Il consiglio di amministrazione del Gruppo Telecom Italia è nominato sulla base di liste presentate da soci che possiedono almeno l'0,5% del capitale ordinario.

Il nostro statuto prevede che il consiglio di amministrazione sia composto da non meno di sette e non più di diciannove membri e sia nominato sulla base di liste presentate da soci in possesso di almeno lo 0,5% del capitale ordinario ovvero la minore misura richiesta dalla disciplina regolamentare emanata dalla Consob.

Le liste che contengano un numero di candidati pari o superiore a tre debbono assicurare la presenza di entrambi i generi, così che i candidati del genere meno rappresentato siano almeno un terzo del totale, con arrotondamento, in caso di numero frazionario, all'unità superiore.

Dalla lista che ha ottenuto il maggior numero di voti sono tratti, nell’ordine con il quale sono in essa elencati, i due terzi degli Amministratori da eleggere, con arrotondamento, in caso di numero frazionario, all’unità inferiore.  

I restanti amministratori sono tratti dalle altre liste. I voti ottenuti da queste liste vengono divisi successivamente per numeri interi progressivi da uno fino al numero degli Amministratori da eleggere e i quozienti sono assegnati ai rispettivi candidati, secondo l’ordine di elencazione. I quozienti così attribuiti vengono disposti in unica graduatoria decrescente e risultano eletti i candidati abbinati ai quozienti più elevati.

Maggiori informazioni sulla nomina del Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia sono contenute nell'articolo 9 dello statuto sociale (file .pdf, 245 KB).