Menu

Telecomunicazioni mobili in Italia

10/07/2015 - 14:30

- + Text size
Stampa

Mercati mobili wholesale

Mercati mobili wholesale

Tariffe di terminazione mobile su rete H3G
In data 14 febbraio 2014, il Consiglio di Stato ha accolto un ricorso di H3G in merito alla determinazione delle tariffe di terminazione mobile a partire dal 1° luglio 2012, definite nell’ambito della Delibera AGCom 621/11/CONS.
Tale Delibera aveva stabilito tra l’altro che dal 1° luglio 2013 si doveva realizzare la piena simmetria tra le tariffe di terminazione di H3G e degli altri operatori mobili, anticipando dunque di sei mesi la scadenza originariamente fissata nello schema di provvedimentosottoposto alla procedura di consultazione pubblica (delibera 254/11/CONS).
Il Consiglio di Stato ha disposto la cessazione di tale anticipo, ripristinando dunque de facto il mantenimento di una asimmetria tariffaria a favore di H3G. Con un provvedimento del 28 maggio 2014, in ottemperanza alla suddetta sentenza, l’Autorità non solo ha ripristinato l’ asimmetria tariffaria per il secondo semestre 2013 ma ha anche rivisto in aumento il prezzo di terminazione sulla rete H3G per il primo semestre 2013.
I nuovi prezzi (centesimi di euro/minuto), in base alla Delibera 259/14/CONS da Luglio 2013 sono
H3G:1,34
Telecom Italia 0,98
Vodafone 0,98
Wind 0,98 

Il 16 ottobre 2014, l'Autorità ha pubblicato la delibera 365/14/CONS, approvata il 17 Luglio 2014, che rivede i prezzi di terminazione suH3G per il periodo 1° novembre 2008-30 giugno 2009 a seguito di sentenza del Consiglio di Stato pubblicata a febbraio 2013.
Il procedimento si è chiuso modificando il prezzo di terminazione su rete H3G per il periodo novembre e dicembre 2008 (prorogando la validità del valore di 16,26 centesimi al minuto, che originariamente era in vigore fino a ottobre 2008) e lasciando inalteratoil valore di 13 centesimi al minuto per il periodo gennaio-giugno 2009.
Il 9 febbraio 2015 l’Autorità ha pubblicato la consultazione pubblica relativa al 4° ciclo di analisi di mercato della terminazione mobile il cui procedimento è stato avviato lo scorso 11 febbraio 2014.
Nella proposta di provvedimento, l’Autorità ha previsto che tutti gli operatori che offrono servizi di terminazione vocale sulla propria rete mobile siano detentori di un significativo potere di mercato; pertanto, viene sottoposto a consultazione pubblica uno schema di provvedimento che prevede, sia per gli operatori di rete mobile sia per gli operatori full MVNO, l’imposizione dei medesimi obblighi regolamentari (quali, ad esempio, l’accesso ed uso delle risorse di rete, il controllo dei prezzi e la contabilità dei costi). Inoltre, per gli anni 2014-2017, l’Autorità ha proposto un glide path di riferimento dei prezzi di terminazione su rete mobile, simmetrico per tutti gli operatori notificati, come di seguito riportato
Tariffe di terminazione vocale su rete mobile 2014-2017 (centesimi di euro/minuto)
Dall’1.1.2014: 0,98
Dall’1.1.2015: 0,96
Dall’1.1.2016:  0,94
Dall’1.1.2017: 0,92
La durata della consultazione pubblica è di 45 giorni.
Nella medesima consultazione, l’Autorità ha annunciato anche la necessità di avviare una specifica attività di monitoraggio mirata all’analisi delle condizioni economiche e tecniche di fornitura dei servizi di accesso all’ingrosso da parte degli operatori di rete mobile agli operatori mobili virtuali, al fine di valutare la rilevanza dei vincoli di natura concorrenziale nel mercato dell’accesso alla rete mobile.