Menu

Soluzioni e prodotti IT

12/09/2016 - 10:00

- + Text size
Stampa

Olivetti e Telecom Italia Digital Solutions dal 1 gennaio 2016 sono una unica realtà sotto il segno di Olivetti, polo Digital di Telecom Italia e punto di riferimento di soluzioni IT e servizi digitali avanzati per il mondo business.  

Digital550x300

Il Gruppo Olivetti è un brand storico dell'industria italiana e anche una realtà rinnovata e in evoluzione.

Oggi, alla fine di un  percorso di ristrutturazione che ha portato alla fusione con Telecom Italia Digital Solutions (TIDS) e grazie alla presenza, al proprio interno, di realtà di eccellenza nell’ICT security quali “Telsy Elettronica e Telecomunicazioni” e “Trust Technologies”, si propone come vero e proprio polo Digital di Telecom Italia.

Olivetti opera sul mercato come Solution Provider, arricchendo la propria offerta con servizi al cliente particolarmente evoluti, in veste di partner e non di semplice fornitore di prodotti IT, proponendo soluzioni chiavi in mano, in grado di automatizzare processi e attività aziendali.

Grazie anche al know how maturato da TIDS nei settori Machine to Machine, Internet of Things, Cloud Computing e multicanalità evoluta, Olivetti ha oggi un posizionamento distintivo di competenze nell’ambito dell’innovazione digitale, operando in differenti settori strategici quali Smart Enterprise, Smart Retail, Smart Industrial, Digital School, Automotive e ICT Security.In questo modo contribuisce a sostenere e ad alimentare i processi di trasformazione digitale in atto nelle diverse industry.

I prodotti Olivetti di ultima generazione sono integrati con servizi innovativi e con applicativi per il business (banche, uffici postali, flotte): ne sono un  esempio i  tablet grafometrici, che permettono  di scrivere con  l’apposita penna e di acquisire la cosiddetta  firma “biometrica” con pieno valore legale; per la scuola, Olivetti propone prodotti come Oliboard, lavagna interattiva multimediale, e le piattaforme cloud per ambienti didattici digitali; inoltre, per le imprese – sia pubbliche sia private – Olivetti propone soluzioni quali Managed Print Services (MPS), piattaforma completa per il monitoraggio e l’ottimizzazione dei processi di stampa e gestione documentale, oltre a soluzioni innovative modulari di Asset Management basate sull’utilizzo di tecnologie NFC o RFID evolute; infine, prodotti e servizi che includono i registratori di cassa, POS e software integrati per l'automatizzazione della gestione dei punti vendita.

Altra famiglia di prodotti di punta è rappresentata dalle soluzioni di Smart Metering rivolto alle Public Utilities per l’Energia, Gas e Acqua per progetti infrastrutturali finalizzati alle telegestione di misuratori dislocati sul territorio. Tale proposizione si pone all’interno di una più ampio contesto d‘offerta “Smart Cities” che include il monitoraggio e controllo anche di edifici, reti di illuminazione pubbliche, controllo del traffico e gestione delle flotte per il trasporto pubblico e gestione dei rifiuti.

Fra i prodotti più recenti la stampante digitale 3D per il mondo delle piccole e media imprese e, fra i servizi, la soluzione di fatturazione elettronica in cloud, tra le prime disponibili in questa modalità sul mercato italiano, per consentire alle imprese di passare rapidamente ai nuovi sistemi digitalizzati senza doversi dotare di risorse e competenze informatiche dedicate, grazie alle infrastrutture virtuali del cloud.

Infine recentemente Olivetti ha avviato l’acquisizione mirata di piccole imprese, perché   funzionali allo sviluppo dei verticali strategici o portatrici di specificità innovative. Nel 2015 sono così entrate a far parte del Gruppo le società Alfabook, specializzata nell’editoria didattica digitale, e W.A.Y. (Where Are You?), focalizzata nel settore Intelligent Transport System.

Riccardo Delleani, Amministratore Delegato di Olivetti, parla dell'evoluzione della specie grazie alle nuove tecnologie

Make in Italy

IN MOSTRA a New York 50 ANNI DI CONQUISTE ITALIANE

Dal primo pc alla prima macchina del caffè nello spazio

Leggi la nota stampa

Istituto Italiano di Cultura di New York