Menu

Top Employers Italia 2010

- + Text size
Stampa

Il 22 marzo 2010 si è svolto l’evento Top Employers Italia 2010, giunto alla sua seconda edizione: la presentazione e la premiazione delle prime 25 aziende italiane  risultate e certificate eccellenti nella gestione delle Risorse Umane.

Tra le aziende premiate compare Telecom Italia.

 

E così Telecom Italia, per il secondo anno consecutivo, entra a far parte di un prestigioso gruppo di aziende al top, che rappresentano un esempio significativo e meritevole nel panorama imprenditoriale italiano e possono esibire con giusto orgoglio il marchio di qualità ed eccellenza Top Employers.

 

 

Le 25 aziende presentate e premiate hanno ottenuto la certificazione dal CRF Institute, organizzazione internazionale che dal 1991 analizza e certifica oltre 2.500 aziende in tutto il mondo e pubblica ogni anno un rapporto annuale in ognuno dei Paesi in cui opera  (12 nazioni in 3 continenti).

 

La valutazione viene eseguita attraverso i severi standard previsti dalla Top Employers HR Best Practices Survey che prendono in esame ed indagano a fondo le politiche delle risorse umane, secondo i criteri di Formazione e sviluppo, Opportunità di carriera, Condizioni di lavoro, Remunerazione e benefit, Cultura aziendale, adottando una metodologia esclusiva, frutto di un’esperienza pluriennale su scala internazionale.

 

I punteggi assegnati vanno da 6 all’eccellenza di 10 per ciascuna voce.

 

 

 

Tra le 25 aziende certificate Top Employers 2010 spicca Telecom Italia. Il gruppo ha ottenuto ottimi punteggi in tutte e cinque le voci

 

  • Formazione e sviluppo 7,5

 

  • Opportunità di carriera 8

 

  • Condizioni di lavoro 7,5

 

  • Remunerazione e benefit 8

 

  • Cultura aziendale 8

 

 

Aziende che non solo hanno risposto con precisione e  trasparenza al minuzioso questionario dell’indagine CRF, ma hanno anche aperto le loro porte alla visita dei giornalisti economici  del team CRF, che hanno potuto visitare le strutture in tutti i loro spazi, dagli uffici, ai magazzini, alle mense, agli spazi produttivi, e hanno condiviso intere giornate in azienda, vivedola “dal di dentro” in ogni suo aspetto. I reporter (specializzati in economia e management e collaboratori dei più prestigiosi quotidiani e periodici economici italiani) hanno potuto interrogare e interagire con top manager, quadri e giovani talenti; hanno potuto sondato gli umori dei dipendenti; sono stati liberi di girare, parlare, interrogare chiunque e hanno vissuto una giornata “da dipendenti”, esplorando l’azienda nei minimi dettagli, anche negli angoli più nascosti e impensati, compresi bagni e palestre indoor .

Un’apertura che costituisce un indiscutibile segno di trasparenza e lealtà, vissuto come valore chiave della cultura aziendale. Doppiamente meritevole, considerando il non facile contesto economico attuale, che in molti casi costringe le stesse aziende a rinunciare ad alcuni dei loro collaboratori.