Menu

Le storie più belle sono quelle che non finiscono

- + Text size
Print

La campagna istituzionale 2011 di Telecom Italia vince il Key Award e prosegue con una nuova iniziativa nata in Rete

Lo spot istituzionale 2011 di Telecom Italia ha ricevuto il Key Award per la categoria ‘Campagne Istituzionali e Sociali, Comunicazione Pubblica e Politica’, un riconoscimento importante che premia il lavoro dell’azienda, del regista Sam Mendes, l’idea creativa dell’agenzia STV DDB e della casa di produzione Think Cattleya.

Dalla loro collaborazione è nata una “Bella storia”, quella della piccola Francesca che dagli inizi degli anni ’50 ci ha guidati alla riscoperta degli strumenti di comunicazione degli ultimi decenni: dal telefono in bachelite al tablet. Il claim della campagna, infatti, sottolinea che le emozioni non cambiano. Il modo di comunicarle, sì.

Lo spot si chiudeva con un’apertura al futuro: Francesca, ormai nonna, che legge alla sua omonima nipotina una storia grazie proprio ad un tablet. La domanda implicita era: come comunicherà la piccola Francesca domani? Come trasmetterà le sue emozioni? Partendo da queste domande Telecom Italia ha lanciato un progetto di social advertising chiedendo agli utenti della rete d’immaginarsi la vita futura della bambina Francesca, la tecnologia che verrà e i modi diversi in cui ci aiuterà a comunicare le nostre emozioni, Gli spunti migliori costituiranno un nuovo spot di Telecom Italia per il web. Insomma, la storia di Francesca può riservarci ancora molte emozioni.

Il film istituzionale è stato prodotto da Think Cattleya, diretto da Sam Mendes e ideato dall’agenzia STV DDB. La creatività è della copy Lucia Carapellese e dell’art Marco Giovandoli con la direzione creativa di Aurelio Tortelli.